IRRIGAZIONE A GOCCIA: ECCO COME FARE

 Martedi 19 Febbraio 2019
In modo molto generale, è possibile definire l'irrigazione a goccia come un'innaffiatura localizzata. L'irrigazione a goccia è un metodo che consente un'applicazione ottimale di acqua e fertilizzanti nei sistemi agricoli delle zone aride. L'acqua applicata si infiltra nel terreno, irrigando la zona della radice direttamente attraverso un sistema di tubi ed emettitori.
Attualmente sono stati aggiunti diversi miglioramenti agli emittenti:
• Gocciolatori autocompensanti
Questi emettitori offrono una portata fissa all'interno di una gamma più o meno ampia di pressione. L'utilità di questi gocciolatori risiede nella capacità di omogeneizzare l'irrigazione lungo una linea di irrigazione, poiché gli ultimi emettitori della linea di solito hanno una pressione inferiore alla prima a causa della caduta di pressione dovuta all'attrito dell'acqua con i tubi.
• Gocciolatori antigoccia
Questi gocciolatori vengono chiusi automaticamente per ridurre la pressione nel sistema di irrigazione in modo che non si verifichino perdite d'acqua, con conseguenti vantaggi come l'impedimento dell'ingresso dell'aria nel sistema. In questo modo, la pompa di irrigazione non caricherà troppo il sistema, ottimizzandone l'uso.
• Gocciolatori regolabili
Permettono di regolare il flusso con un controllo meccanico.
Sono tanti gli ecommerce che presentano tutto il necessario per realizzare il proprio impianto di irrigazione, che sia a goccia o meno.
I vantaggi dell'irrigazione a goccia
Riduce significativamente l'evaporazione dell'acqua nel terreno.
Permette di automatizzare completamente il sistema di irrigazione, con il conseguente risparmio di manodopera.
Il controllo delle dosi di applicazione è più semplice e completo.
Siccome mantiene alta l'umidità negli irrigatori, consente l'utilizzo di più acqua per sistemi di irrigazione a spruzzo.
Ha un adattamento più facile in terreni irregolari, rocciosi o con pendenze ripide.
Riduce la proliferazione di erbe infestanti in aree non irrigue.
Permette di controllare i nutrienti nel terreno senza perdite, con possibilità di modificare in qualsiasi momento la quantità d'acqua.
Colture e clima
L'uso di sistemi di irrigazione a goccia è diffuso nelle colture di frutta, agrumi, viti e orticole, specialmente nelle zone temperate con scarse risorse idriche.
Com'è composto un impianto di irrigazione a goccia
Gruppo di pompaggio: per fornire la pressione e il flusso adeguato all'impianto.
Filtri: per modificare il grado di filtrazione in relazione alla qualità dell'acqua e la dimensione dell'ugello dell'irrigatore.
Tubi emettitori: per consentire il flusso e la separazione tra gli emettitori dipenderà dal raccolto in questione e dalle caratteristiche del terreno in cui si trova.
Caratteristicamente, l'acqua e i nutrienti vengono spruzzati e si infiltrano direttamente nelle radici delle piante attraverso un sistema di tubi e gocciolatori. Tutto ciò aumenta significativamente la produzione.
Il sistema di irrigazione a goccia è caratterizzato principalmente dal fatto che utilizza piccoli flussi a bassa pressione, cioè l'acqua arriva nella sua giusta misura che consente un notevole risparmio.
Un aspetto da tenere in considerazione è che il sistema di irrigazione a goccia riduce il volume del terreno umido e, data la sua capacità di stoccaggio, è necessario applicare l'acqua abbastanza frequentemente in modo da ottimizzare il sistema stesso.
Questo rappresenta un altro grande vantaggio poiché è molto più appropriato e salutare per qualsiasi piantagione ricevere l'acqua poco a poco, se necessario, piuttosto che averla tutta in una volta.
Se le piantagioni arrivano ad una certa altezza, la pressione idrica può essere aumentata quel poco che basta per consentire all'acqua di arrivare senza difficoltà in alto, il che è un altro vantaggio poiché implica che i sistemi di irrigazione a goccia siano adattati alle diverse esigenze.
In generale, il sistema di irrigazione a goccia ha una modalità di funzionamento, come si può vedere, abbastanza semplice. Non richiede troppi componenti per offrire un risultato naturale e benefico per le piante, oltre ad essere comodo per chi si prende cura del giardino, per questo motivo è uno dei più usati oggi.

22

Visite news

428

Visite azienda

Il Portale della Bioedilizia non utilizza cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie strettamente necessari per la navigazione delle pagine e di terze parti legati alla presenza dei "social plugin" Accetto - Per saperne di più