B'io Home S.r.l.

INFISSI ECOCOMPATIBILI

 Lunedi 8 Febbraio 2016

Gli #ecobonus nelle ristrutturazioni edilizie ci hanno reso familiari gli #infissi a risparmio energetico, ma quale tipo infisso Ŕ migliore anche dal punto di vista della ecocompatibilitÓ? Una ricerca della UE, condotta con metodologia LCA su tre tipologie di infissi, ci fornisce qualche dato. Gli infissi esaminati dal team di ricercatori sono del tipo in #legno, in #alluminio ed in #Pvc.

Per prima cosa Ŕ stata testata la durata, sulla base dei dati storici disponibili. L'infisso in legno guadagna il primo posto, con una durata superiore ai 50 anni, ma con la necessitÓ di manutenzioni periodiche. L'alluminio Ŕ al secondo posto, con una durata di circa 50 anni senza manutenzioni, mentre il Pvc risulta terzo con una durata di 25 anni, egualmente senza manutenzioni.

La classifica si inverte per quanto riguarda i costi: il Pvc ha il costo minore, seguito dall'alluminio e poi dal legno. Dopo aver esaminato altri parametri, lo studio conclude che non vi sono significative differenze tra i tre tipi di infissi in termini di ecocompatibilitÓ. L'attenzione deve invece essere posta nell'acquisto di un prodotto con caratteristiche tecniche tali da assicurare sempre le medesime le prestazioni nel tempo. Infatti, se nel corso della vita utile del prodotto, che come abbiamo visto Ŕ misurabile in decine di anni, a causa del degrado di qualche componente, la prestazione termica del sistema-infisso dovesse calare, e quindi il calore disperso verso l'esterno aumentare, l'inquinamento prodotto dall'energia cosý sprecata per un lungo periodo di tempo, sarebbe molto superiore all'inquinamento conseguente alla produzione di qualsiasi tipo di infisso.

E voi su quale infisso puntereste?
http://biohomeroma.com/blog-featured

Altre news di B'io Home S.r.l.

Inquinamento acustico

 Martedi 12 Aprile 2016

Qualsiasi rumore ha una sua ben definita vibrazione (tecnicamente frequenza), ed Ŕ proprio questa frequenza che impattando su una struttura senza appositi giunti e pareti smorzanti, si propaga da un appartamento all'altro. Lo sperimentiamo quotidianamente nelle case costruite dagli anni '50 in poi, captando le voci o la musica troppo alta dei nostri vicini, o il rumore delle tubature di scarico, o

868

Visite news

10.116

Visite azienda

Il Portale della Bioedilizia non utilizza cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie strettamente necessari per la navigazione delle pagine e di terze parti legati alla presenza dei "social plugin" Accetto - Per saperne di più